Ciao Paolo

Comunicato di Foreste per Sempre OdV

29 luglio 2022

Paolo Pettazzoni durante una missione in Costa Rica al Refugio de Vida Silvestre Reserva Karen Mogensen in occasione dell’iniugurazione della Stazione Biologica MeteoClimatica.

È con grande tristezza e profondo dispiacere che la nostra Associazione comunica che in data odierna il nostro Presidente, Dott. Paolo Pettazzoni ci ha lasciato anche se rimarrà per sempre nel nostro ricordo e nei nostri cuori. Paolo è stato una grande persona, la sua dedizione all’opera svolta per tanti anni nel volontariato modenese e regionale, riconosciuta a tutti i livelli, il suo altruismo, la sua generosità sono stati la base di una solidarietà vissuta sempre in prima persona ma nello spirito della condivisione. Ci ha sempre spronati a dare il meglio con la sua carica di entusiasmo e positività che non lo ha lasciato sino all’ultimo pur vivendo in anni recenti una condizione di salute precaria. Vogliamo ricordarlo per il suo importante ruolo vissuto dal 1977 nell’ambito del Corpo delle Guardie Ecologiche Volontarie di cui è stato Presidente dal 1998 al 2018.  Dallo stesso anno è passato a tenere il medesimo ruolo direttivo nell’ambito di Foreste per Sempre, associazione nata dalle GEV per realizzare programmi e progetti di Cooperazione Internazionale per la salvaguardia e la difesa dell’ambiente e della biodiversità con particolare riguardo alle foreste tropicali. Lo ricordiamo con noi in giro per il mondo, dalla Costa Rica all’Amazzonia, al Madagascar a dare il nostro contributo per instaurare un rapporto migliore e più corretto tra Uomo e Natura. Caro Paolo, lasci un grande vuoto ma la tua testimonianza sarà per noi sprone a continuare una missione che sempre più avrà i connotati di una battaglia per salvare il nostro Pianeta. Grazie Paolo per quello che ci hai dato.

Sicuri di interpretare il suo desiderio e per onorare la sua memoria abbiamo deciso di lanciare una campagna di raccolta fondi con il cui ricavato vincoleremo per sempre un ulteriore pezzo di terreno annettendolo alla “Reserva Karen” e che sarà a Lui dedicato. Così come lui fece in memoria del suo parente M.o Chiarini con la costruzione di una scuola in un villaggio del Madagascar sede di un progetto di FpS di ripristino ambientale.

Tutti coloro che vogliono ricordare Paolo possono fare un versamento di qualunque cifra tramite bonifico bancario sul c/c intestato a Foreste per Sempre ODV presso BPER Banca: IBAN IT45G0538712903000001999762 causale “erogazione liberale in memoria di Paolo”

oppure

con Carta di Credito (Circuito sicuro PayPal) – Cliccando direttamente sul pulsante qui sotto.

Per ottenere la ricevuta del bonifico da utilizzare ai fini fiscali compilare il modulo sottostante


    Il ricordo del prof Dario Sonetti e degli amici tutti di FpS

    Mi ha sempre colpito il titolo che il grande poeta Pablo Neruda ha dato al suo libro autobiografico, “Confesso che ho vissuto”. Credo che chiunque, giunto a un punto del suo percorso su questa Terra, voltandosi un po’ indietro dovrebbe poterlo affermare per sentire di aver dato un senso alla propria vita, ma “vivere” è la cosa più rara al mondo, mentre la maggior parte della gente esiste e nulla più, eppure per essere felici bisognerebbe vivere, diceva Oscar Wilde.

    Credo che Paolo, per la vita piena che ha avuto, socialmente e culturalmente, avrebbe potuto affermare, con il sorriso aperto che lo caratterizzava, questa ammissione “Confesso che ho vissuto”. E lui sicuramente è stato anche felice di condividere con tanti amici e compagni, non solo momenti di spensieratezza ma anche tanti impegni tra cui sicuramente i primi sono stati quelli nei confronti dell’ambiente e della natura che amava tanto. Abbiamo iniziato insieme trenta anni fa, con la creazione dell’associazione delle Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Modena, l’impegno di tutela e conservazione del nostro territorio. La sua dedizione all’operato svolto nel volontariato sociale e ambientale modenese e regionale anche come presidente delle Gev, è stato sempre per noi un riferimento imprescindibile per il suo modo di essere altruista e generoso, dandoci una base concreta di come vivere la solidarietà nei confronti degli altri sia nelle varie emergenze di Protezione Civile sia nella tutela dell’ambiente, sempre nello spirito della partecipazione. La sua carica di positività ed entusiasmo ci ha sempre spronati a dare il meglio. Con la creazione di Foreste per Sempre nel 1998, come settore di attività per la cooperazione ambientale in difesa della natura, si è confermato l’impegno delle Gev non solo sul proprio territorio ma anche in campo internazionale nell’ottica che l’azione locale deve andare di pari passo con una visione globale di un’appartenenza ad un solo pianeta che necessita di essere salvaguardato in tutto il mondo, specie negli ecosistemi più fragili come le foreste tropicali. Da qui il nostro impegno con Paolo, presidente di Foreste per Sempre, iniziato in Costa Rica in collaborazione con i Parchi e Riserve di questo Paese ma poi esteso all’Amazzonia, Madagascar, Nicaragua, Colombia e anche più vicino alla Croazia con progetti di conservazione della biodiversità e delle foreste e con ricadute nel miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni locali. Ricorderemo Paolo, in giro per il mondo con noi a dare il nostro piccolo ma importante contributo, esempio concreto di ciò che si può fare ma che spesso non si fa. Sarà per noi uno sprone a continuare una missione che sempre più mostra la sua importanza e urgenza, la salvaguardia del nostro pianeta per la nostra stessa sopravvivenza. La scomparsa prematura di Paolo lascia un grande vuoto in tutti noi, ci lascia anche una testimonianza di come affrontare le avversità della vita quando queste arrivano, lui non è stato da meno neppure in questo caso affrontando il suo male con uno spirito ammirevole e unico.  Per commemorare Paolo “per sempre” intitoleremo a lui una nuova parte di foresta nella Riserva Karen Mogensen in Costa Rica che potremo acquisire con l’aiuto generoso di tanti che lo hanno conosciuto e che così lo vorranno ricordare.

    Vorrei chiudere il ricordo di Paolo con le parole di un antico canto indigeno:

    “Dicono che siamo arrivati soli su questa Terra e soli ce ne andremo. No, non è vero. Ce ne andremo carichi di ricordi, di risa, di baci e di abbracci. Ce ne andremo con le mani piene di esperienze, la bocca zeppa di sapori e la mente straripante di cose conosciute. No, non ce ne andremo soli, perché il giorno che partiremo, un piccolo pezzo di tutti quelli che ci hanno amati ci seguirà”

    Ciao Paolo.

    Il ricordo di Patricia Syska Slump Mulder Presidente di Asepaleco

    Cari amici ricevete un cordiale e affettuoso saluto da parte dell’Associazione Ecologica Pachera Lepanto Cobano ASEPALECO, organizzazione che vi augura tutto il successo nell’attuazione dei vostri impegni e a cui  siamo molto vicini in questi momenti difficili in cui se n’è andato un  amico fraterno in nome della causa per la natura.
    Chiunque ami e abbia a cuore e senta nell’anima l’importanza di proteggere l’ambiente e la natura  sa che cosa realmente significa la partenza fisica di Paolo Pettazzoni che ci lascia l’impegno e l’opportunità di continuare a scrivere nel libro della vita seguendo il suo grande esempio e cammino che ha avuto come base l ‘amore eterno che sentiva anche per le nostre foreste.


    È incredibile vedere come alcune persone arrivano a essere capaci di segnare positivamente altre vite e altre terre.


    Costa Rica e in modo speciale la riserva Karen Mogensen porterà per sempre inciso dentro di sé con grande affetto la memoria di Paolo.  Perché non si perderà nella dimenticanza ma al contrario ora più che mai vivrà una parte di lui in qualsiasi posto che ha visitato, in qualsiasi luogo dove ha portato tanto sforzo e impegno.


    A noi che continuiamo in questa vita terrena rimane il compromesso e il dovere di essere fedeli agli ideali mantenuti da Paolo per la protezione e la conservazione, perché si deve  proteggere qualsiasi spazio nel quale stiamo vivendo e lasciare impronte di impatto positivo in qualsiasi luogo e in qualsiasi cuore affinché il libro della vita possa continuare a essere scritto per l’eternità e oggi possiamo dire a Paolo grazie e a presto caro amico.